SCENARIO D’ESTATE 2015: LUNGO IL FIUME, TRA GLI ALBERI

tra Sacile e Borgo Vistorta il nuovo cartellone del Piccolo Teatro


630_storie_de_casa_nostra


Palcoscenico lungo le sponde della verde Livenza, ovvero, per parafrasare il grande Hemingway, “lungo il fiume e tra gli alberi”, per la rassegna “Scenario d’Estate”, che il Piccolo Teatro Città di Sacile presenta in quattro appuntamenti dal 18 giugno al 9 luglio, con il patrocinio e sostegno dell’Amministrazione comunale, in tandem con Banca di Cividale e ADO Associazione Donatori Organi FVG, sezione di Sacile.
Saranno infatti gli spazi naturali di Borgo Vistorta e l’oasi verde di Borgo San Gregorio in città ad accogliere gli spettacoli selezionati per l’estate teatrale en-plein-air che tradizionalmente accompagna il pubblico fino alla soglia delle vacanze.
Grazie alla collaborazione con l’Associazione Verde Contrada, che si rinnova quest’anno con due eventi in partnership, sarà possibile applaudire a Vistorta alcuni tra i più interessanti artisti del Nordest, impegnati a far rivivere sul palco storie, grandi e piccole, delle nostre contrade, tra gli eventi drammatici della Prima Guerra Mondiale e la leggerezza, a tratti anche poetica, di storie e personaggi dl un recente passato contadino e strapaesano. Si comincia giovedì 18 giugno, quando Norina Benedetti del Teatro Estragone di San Vito al Tagliamento toccherà le corde di tutte le emozioni con il suo recente, oppure già premiatissimo, spettacolo “SCUFUTE ROSSE 1917: VIRGINIA VA ALLA GUERRA”, un appassionato affresco creato dalle memorie di famiglia, in cui una bambina e una gallina attraversano le vicende della Grande Guerra nella rotta di Caporetto, testimoni dirette di un dramma riletto attraverso i sentieri a volte impensabili dell’immaginazione infantile.
Si prosegue a Vistorta anche giovedì 25 giugno, con uno spettacolo originale, creato da Giovanna Digito e dal maestro fisarmonicista e polistrumentista Dante Borsetto per il Teatro dei Pazzi: “STORIE DE CASA NOSTRA” è una messa in scena nata da un serio lavoro di ricerca storico-letteraria tra gli autori, le tradizioni e le storie delle terre venete, laddove il dialetto viene nobilitato e scelto come filo conduttore di un sorridente viaggio tra personaggi, racconti, poesia e canzoni “nostrane”.
Due le serate in calendario, come di consueto, nel centro storico di Sacile, per la tradizionale location all’aperto del complesso di San Gregorio (in caso di pioggia al Teatro Ruffo). Giovedì 2 luglio Scenario d’Estate ospiterà per la prima volta una nuova Compagnia trevigiana, guidata però da una “vecchia conoscenza”, ovvero il regista Roberto Zannolli. I Commedianti di Marca presenteranno un suo riadattamento del fortunato copione di uno degli autori oggi di punta del teatro amatoriale, il toscano Valerio Di Piramo, con la divertente pièce “PENSIONE ‘O MARECHIARO”: la storia si può riassumere nelle comiche disavventure vacanziere di una coppißa di Treviso in chiassosa pensione genovese gestita da debordante famiglia di napoletani. Per finire, giovedì 9 luglioun classico di Goldoni non sempre facile da trovare in repertorio: “I DUE GEMELLI VENEZIANI” è infatti una commedia che richiede grande maestria nella messa in scena, soprattutto per la scelta del protagonista, chiamato a sostenere i due ruoli comici dei gemelli Tonino (l’arguto veneziano) e Zanetto (il sempliciotto sceso dalla bergamasca), alle prese con tutte le spassose disavventure e gli scambi di persona – e di “morosa” – ovviamente scatenati da questo esilarante stratagemma. Al Gruppo Teatro d’Arte Rinascita di Paese il compito di renderlo al meglio, grazie alla regia di Renzo Santolin e alla “doppia bravura” di Gianni Eduati.
Inizio spettacoli alle 21.15 con ingresso libero a Vistorta e biglietto unico di 5 euro (gratuito fino a 12 anni) a Sacile. Info: tel. 366 3214668

Download

Locandina (418 Kb)
Brochure (1.92 Mb)

© 2018 Piccolo Teatro Città di Sacile