DOPO GLI APPLAUSI PER “LA FAMIGLIA DELL’ANTIQUARIO”, IL PICCOLO TEATRO INCONTRA NUOVAMENTE LE SCUOLE CON LE LEZIONI-SPETTACOLO SULLA GRANDE GUERRA

il 26 gennaio all’IPSIA Della Valentina di Sacile e il 2 marzo all’IPSIA Carniello di Brugnera


644_190119_PT_antiquario_ruffo_IMG_6362
Prosegue l’impegno del Piccolo Teatro Città di Sacile per la didattica teatrale, tenendo fede agli scopi dello Statuto dell’Associazione, che nel 2019 compie i suoi 50 anni, ovvero quelli di diffondere a tutti i livelli “l’amore e la conoscenza per il teatro”.
Primo evento presentato con successo sabato 19 gennaio sul palcoscenico del Ruffo a Sacile, quello con il teatro di Goldoni, grazie alla rappresentazione in matinée per gli Istituti superiori di Sacile della commedia “La famiglia dell’Antiquario”, nel nuovo riallestimento applaudito anche dal pubblico serale della stagione di “Scenario”.
Richiesto specificamente da alcuni docenti e volentieri riproposto proprio nel teatro che lo vide debuttare nel 2014, lo spettacolo è particolarmente interessante proprio perché testimonia il delicato momento di passaggio dalla tradizione delle maschere e della Commedia dell’Arte al nuovo teatro borghese, che Goldoni con fatica impose come capocomico ai suoi attori ed al pubblico veneziano, non senza scatenare le polemiche dei suoi contemporanei, come il Conte Carlo Gozzi.
Ma gli appuntamenti del Piccolo Teatro con le scuole del territorio non si fermano qui; prosegue infatti con gli ultimi eventi in calendario, proprio in questo primo scorcio del 2019, il progetto dedicato alla divulgazione intorno ai temi della Belle Époque e della Grande Guerra, con le lezioni-spettacolo programmate in alcuni Istituti superiori grazie alla collaborazione della ricercatrice Camilla Peruch, esperta di didattica della Prima Guerra Mondiale. Nella forma di una conferenza che propone alcuni temi importanti, come quelli della propaganda legata soprattutto al ruolo delle donne negli anni del conflitto e quello delle vite reali dei soldati sui due fronti, attraverso ricerche e testimonianze sul campo, aprono una finestra concreta ed appassionante sulla storia, che viene poi accompagnata da un punto di vista letterario, grazie alla lettura interpretata dagli attori della Compagnia, di alcune pagine dai racconti della scrittrice, sacilese di adozione, Syria Poletti, ambientati proprio a Sacile nel primo dopoguerra.

644_donne_fronte_primaguerra
Dopo le mattinate al don Bosco di Pordenone e all’Istituto Marchesini di Sacile, il progetto sarà presentato all’IPSIA Della Valentina a Sacile sabato 26 gennaio e quindi sabato 2 marzo all’IPSIA Carniello di Brugnera, grazie al sostegno dell’Amministrazione comunale di Sacile, della Regione Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Friuli.
Come omaggio agli studenti e docenti coinvolti negli appuntamenti di divulgazione il Piccolo Teatro ha preparato una brochure che riunisce tutte le attività realizzate negli anni dedicati al ricordo del Centenario della Grande Guerra: testi originali, resoconti di progetti speciali, lezioni, performance, spettacoli ospiti ed approfondimenti su tematiche particolari come la propaganda di guerra, il ruolo delle donne, i fenomeni migratori collegati alla fine del conflitto (in relazione anche alla vicenda personale di Syria Poletti).
© 2018 Piccolo Teatro Città di Sacile