PALCOSCENICO ESTIVO PER IL PICCOLO TEATRO

tra la Pedemontana e il Livenza, “Scenario d'Estate” allunga il passo con nove appuntamenti d'autore dal 7 giugno




Confidando finalmente nell'avvio della bella stagione, si apre venerdì 7 giugno il cartellone estivo del Piccolo Teatro Città di Sacile, che conferma anche quest'anno la presenza nell'area tra la Pedemontana e il Livenza con ben nove appuntamenti teatrali realizzati in collaborazione con le Amministrazioni comunali di Budoia, Brugnera e Sacile, insieme alla novità di una serata speciale nell'incantevole borgo di Vistorta, in sinergia con l'Associazione Verde Contrada. Partner della rassegna anche la Regione Friuli Venezia Giulia, la Banca di Cividale e la sede provinciale di Pordenone dell'ADO-Associazione Donatori Organi FVG. Titoli brillanti e teatro d'autore nelle produzioni delle Compagne selezionate per la stagione, scelte tra i migliori gruppi amatoriali del Triveneto, spaziando tra lingue e dialetti, commedie contemporanee e spettacoli in costume. Inaugurazione come sempre al Parco di Villa Varda di Brugnera, per il segmento di “Scenario in Villa”, arrivato quest'anno al suo decennale: niente di meglio che festeggiare con un nuovo gruppo ospite, il Teatro Armathan di Verona, ed un titolo quanto mai appropriato. “BUON COMPLEANNO” è infatti la commedia di Massimo Meneghini, che porta in scena venerdì 7 giugno le sorprendenti vicende di una coppia decisa a ravvivare l'ormai stanco ménage matrimoniale attraverso un'esperienza he risulterà a dir poco indimenticabile, tra risate e batticuori magistralmente orchestrati da Marco Cantieri. Dialetto triestino ed equivoci a gogò nel brillantissimo testo della Compagnia dei Giovani “BECHI E (S)CONTENTI”, da un'idea di John Chapman per la regia di Julian Sgherla, in scena venerdì 14 giugno. La trama nasce da una domanda epocale: fino a quale compromesso scendere pur di potersi permettere di non lavorare più per il resto della vita? Due giovanotti intraprendenti e le loro giovani spose sono alla ricerca dell'affare perfetto. Si prosegue il 21 giugno con le comiche disavventure de “UN DHÈNERO PITÒC”, testo scritto da Gino Zanette per il gruppo Ponte Priula Teatro, intorno al più esplosivo dei triangoli, ovvero: lui, lei e… la suocera! Un classico del teatro anglosassone chiude il cartellone in Villa venerdì 28 giugno, con lo “SPIRITO ALLEGRO” di Noël Coward allestito dal Teatro Fuori Rotta di Padova per la regia di Gioele Peccenini. Uno scrittore di successo, una casa in campagna, una seduta spiritica con una medium alquanto stravagante, ed ecco servito il perfetto incipit per una trama brillantissima, dove uno spirito bizzarro ed invadente sarà il motore di azioni davvero imprevedibili. Altri due gli appuntamenti in cartellone per il mese di giugno, anche se in diversa ambientazione: sabato 15 giugno andrà in scena il primo dei due spettacoli scelti per la cornice pedemontana di Budoia, con un piccolo focus goldoniano aperto da “LA BOTTEGA DEL CAFFÈ” nell'affascinante allestimento in bianco e nero del gruppo La Bottega di Concordia Sagittaria guidato da Filippo Facca. Uno spaccato di vita e di teatro nel campiello veneziano dove si trovano alcune botteghe e i loro avventori: il caffè di Ridolfo e Trappola, il barbiere e la bisca del furfante Pandolfo. Giovedì 20 giugno lo spettacolo ospite presentato (anche in caso di maltempo) nel piccolo borgo di Vistorta, località nel verde delle campagne a sud di Sacile, dove Stefano Rota e Max Bazzana ripercorreranno, in musica, voce e narrazione, le storie agresti di paese e di famiglia raccolte nel copione “PATANOSTRADA - LA TERRA”. Tre infine le serate teatrali di luglio, che porteranno la rassegna “in Città” nel borgo San Gregorio di Sacile: giovedì 4 luglio la nuovissima produzione di Mauro Fontanini per il Terzo Teatro di Gorizia con cinque scatenate amiche in vacanza “da single” e “TRAVOLTE DA UN INSOLITO DESTINO NELL'AZZURRO MAR EGEO”Giovedì 11 luglio ancora risate in triestino con La Barcaccia e il suo “OMO AVVISADO…. MEZZO SPOSADO!”, divertente pièce di Giorgio Fortuna sulla goliardica falsariga di “Amici miei”: un giovanotto, scapolo impenitente ed amante della bella vita, si trova improvvisamente a dover rendere conto della propria condotta all'ignaro zio dal quale riceve la cospicua rendita mensile, con tutti gli imprevisti del caso. Gran finale ancora a Budoia sabato 13 luglio con il classico del classici goldoniani, ovvero “LE BARUFFE CHIOZZOTTE” del Piccolo Teatro Città di Sacile, commedia corale dalla straordinaria vitalità, che Strehler definiva nella sua umanità universale, come “in un paese vero e lontano, presente e dimenticato”.
Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21.15; per Villa Varda e Sacile, ingresso con biglietto unico a 5 euro, gratuito per i ragazzi fino a 12 anni. Vistorta e Budoia ad ingresso libero. In caso di pioggia, gli spettacoli di Villa Varda si spostano al Salone Festa del Vino di San Cassiano, quelli di Sacile al Teatro Ruffo, mentre le serate di Budoia vengono rinviate alla serata successiva (domenica). Info ai recapiti del Piccolo Teatro: tel. 366 3214668 o su questa pagina.
© 2018 Piccolo Teatro Città di Sacile